AZIONI DI SOSTEGNO RIVOLTE ALLE VITTIME DI VIOLENZA DI GENERE

La Regione Lazio ha approvato l’Avviso pubblico “Azioni di sostegno rivolte alle vittime della violenza di genere“.

L’obiettivo è agevolare la realizzazione di tutte le azioni necessarie alla costruzione e all’ottimizzazione della rete dei servizi a favore delle vittime di violenza di genere, mediante l’implementazione dell’esistente e la creazione di nuovi servizi sul territorio regionale.

Premessa

Il Piano Nazionale contro la violenza di genere e lo stalking, approvato dal Governo italiano nel novembre 2010, propone attraverso un percorso partecipato ai diversi livelli di governance, specifiche azioni di

intervento di contrasto alla violenza di genere, richiamando ad una forte sinergia tra i diversi attori, istituzionali e non, coinvolti.

La Regione Lazio, su proposta della Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport, con Delibera n. 396 del 19/11/2013, ha affidato a Fi.la.s. S.p.A la realizzazione di interventi ed azioni atte a contrastare il fenomeno della violenza di genere e tutelare i diritti delle relative vittime.

La realizzazione, nel 2013, del progetto “Vi.Vi. vinci sulla violenza”, ha rappresentato un primo e fondamentale passo per la costruzione della rete regionale e per la formulazione di politiche e strategie di contrasto alla violenza di genere.

Obiettivi e finalità

Il presente avviso pubblico è finalizzato ad agevolare la realizzazione di tutte le azioni necessarie alla costruzione e all’ottimizzazione della rete dei servizi a favore delle vittime di violenza di genere, mediante l’implementazione dell’esistente e la creazione di nuovi servizi sul territorio regionale; in relazione alla rilevanza del fenomeno ed all’esigua offerta di strutture di residenzialità attualmente funzionanti, si ritiene sia necessario implementare le strutture già esistenti in grado di rispondere ai bisogni diversificati di cui ogni vittima di violenza è portatrice.

La Regione Lazio infatti, per la realizzazione delle prestazioni a favore delle vittime di violenza, intende contribuire finanziariamente, tenendo conto della tipologia dei servizi offerti, al sostegno delle strutture che operano a favore delle vittime di violenza di genere.

Soggetti Destinatari

Sono invitate a presentare proposte progettuali le Associazioni operanti nel Terzo Settore, formalmente costituite all’atto di presentazione della domanda, che:

  • abbiano una sede operativa all’interno della Regione Lazio;
  • abbiano maturato una consolidata esperienza in progetti/interventi nel campo della violenza di genere con azioni di prevenzione, contrasto e gestione di percorsi di uscita.

Le proposte progettuali di cui al successivo punto a) debbono essere necessariamente presentate in forma singola, mentre quelle relative ai punti b) e c) possono essere presentate dalle Associazioni come sopra descritte, anche in forma aggregata, tramite ATS, già costituite all’Atto di presentazione della proposta progettuale.

Ogni soggetto destinatario potrà presentare, sia come soggetto singolo sia come partecipante ad una ATS, una sola proposta progettuale, pena l’esclusione.

 

Localizzazione territoriale

Intero territorio della Regione Lazio. I progetti agevolabili ai sensi del presente Avviso Pubblico, dovranno essere realizzati, pena l’esclusione, all’interno di sedi operative ubicate nel territorio della regione Lazio.

Progetti agevolabili

Le agevolazioni potranno essere richieste per la realizzazione e l’implementazione delle seguenti tipologie di progetto:

a)     potenziamento di sportelli antiviolenza nelle strutture ospedaliere, sportelli di ascolto e l’attivazione di nuovi sportelli presso le case della salute;

b)     realizzazione e potenziamento di strutture di accoglienza e di centri di ascolto a sostegno di vittime di atti discriminatori basati sul diverso orientamento sessuale; che possano fungere da modello da diffondere su tutto il territorio regionale al fine di offrire un sostegno emotivo e sociale ed un rifugio sicuro a chi non si identifica negli schemi dominanti di orientamento sessuale;

c)     potenziamento e sostegno di strutture di accoglienza e di ascolto a sostegno di vittime di violenza di genere.

Intensità del contributo e tempi di realizzazione dei progetti

Le Associazioni potranno beneficiare di contributi corrispondenti al 100% delle spese ammissibili per la realizzazione del progetti fino ad un massimo di:

  • Euro 14.000,00 per le tipologie di progetto di cui al punto a);
  • Euro 50.000,00 per ciascuna tipologia di progetto di cui ai punti b) e c).

I progetti di cui al punto a) dovranno essere realizzati entro 3 mesi dalla sottoscrizione dell’Atto di Impegno; i progetti di cui ai punti b) e c) dovranno essere realizzati entro 6 mesi dalla sottoscrizione dell’Atto di Impegno.

Termini e modalità di presentazione dei progetti

Le proposte progettuali dovranno essere inoltrate fino al giorno 25/09/2014.