REGIONE LAZIO: Avviso pubblico per la presentazione di progetti di presa in carico, orientamento e accompagnamento a percorsi di inclusione sociale attiva

Premessa

L’avviso intende promuovere la realizzazione di progetti finalizzati ad implementare servizi di presa in carico di persone in particolari condizioni di vulnerabilità e fragilità sociale per orientarli e accompagnarli in percorsi di rafforzamento personale e sostegno sociale e all’occupabilità futura.

I progetti dovranno essere caratterizzati da una componente di innovatività che si esprima in molteplici dimensioni, dal modello operativo, alla copartecipazione, all’integrazione delle risorse, agli spazi, alla governance.

 

Destinatari

a)        Donne vittime di violenza prese in carico dalla rete antiviolenza e avviate verso percorsi di autonomia;

b)        Giovani tra i 18 e i 29 anni in condizioni di disagio economico e sociale definito dai seguenti elementi: inoccupazione persistente, famiglie multiproblematiche, condizioni a rischio per uso stupefacenti e micro criminalità;

c)         Giovani adulti tra i 18 e i 35 anni con disabilità e/o disagio psichico medio-grave diagnosticato dalle strutture sanitarie pubbliche;

d)        Persone tra i 16 e i 24 anni di età sottoposte ad almeno un provvedimento definitivo di condanna emesso dall’Autorità giudiziaria con limitazione o restrizione della libertà individuale, in regime di media sicurezza senza aggravanti di pericolosità sociale a 6/9 mesi dal fine pena;

e)        Persone tra i 25 e i 54 anni di età sottoposte ad almeno un provvedimento definitivo di condanna emesso dall’Autorità giudiziaria di limitazione o restrizione della libertà individuale, in regime di media sicurezza senza aggravanti di pericolosità sociale a 6/9 mesi dal fine pena.

 

Articolazione dei progetti

I progetti presentati dovranno fare riferimento ad uno dei target indicati al punto precedente e dovranno prevedere misure di presa in carico, orientamento e accompagnamento personalizzato, per una durata complessiva per singolo destinatario di 600 ore.

Ciascun progetto dovrà essere articolato per gruppi di destinatari compresi orientativamente tra un minimo di 8 ad un massimo di 15 persone. Nel caso di disabilità medio/grave, il gruppo dovrà essere al massimo di 6 soggetti.

I progetti presentati possono prevedere più gruppi di destinatari, fermo restando il numero massimo previsto per ciascun gruppo.

 

Soggetti proponenti

  • Organizzazioni di volontariato di cui alla l.r. 29/1993;
  • Associazioni di promozione sociale di cui alla l.r. 22/1999;
  • Cooperative sociali di cui alla l.r. 24/1996;
  • Imprese sociali;
  • Fondazioni;
  • Fondazioni di partecipazione e di comunità;
  • Istituti di patronato e di assistenza sociale di cui alla legge 30 marzo 2001, n. 152;
  • Enti ausiliari di cui all’articolo 2 della legge regionale 22 settembre 1982, n. 44;
  • Enti riconosciuti delle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti, accordi o intese;
  • Altri soggetti privati non a scopo di lucro.

 

I soggetti suindicati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Documentata esperienza almeno triennale con riferimento ad attività di presa in carico analoghe a quelle del presente avviso con riferimento alle categorie di destinatari oggetto dell’intervento proposto;
  2. Sede legale e operativa nella regione Lazio, oppure sede legale fuori dalla Regione Lazio ma almeno una sede operativa ubicata nel territorio regionale.

 

La proposta può essere presentata anche in ATS, costituita o costituenda, fermo restando il possesso dei requisiti sopra indicati in capo al soggetto capofila.

 

Risorse finanziarie

Ciascuna proposta potrà avere un importo massimo di 250.000,00 euro.

 

Scadenza

Dalle ore 9.00 del 15/12/2016 alle ore17.00 del 15/02/2017